Il Mantra sostituisce il pensiero

La parola Mantra è diventata ormai di uso comune. Spesso sentiamo persone che non appartengono al mondo olistico, non praticano yoga, non praticano meditazione, eppure sentiamo spesso ripetere questi frasi: “questo devo ripetermelo come un mantra” o “questo deve diventare il mio mantra”.

Per comprendere meglio il concetto, basta solo pensare al momento storico che tutto il mondo sta vivendo, contro un nemico invisibile chiamato Covid-19. In questo contesto sono famosi tanti “ashtag” diventati oramai dei mantra #iorestoscasa #andratuttobene. Si tratta di semplici parole che continuiamo a ripete agli altri e a noi stessi e sono messaggi per la nostra mente, di fiducia, di speranza, di positività nei giorni dell’oscurità.


Questo è un argomento molto profondo e di grande spiritualità.

Ma cosa significa questa parola? Mantra è una parola sanscrita derivata da due radici:

man che significa “mente” “pensare” e trai che significa “liberare” “proteggere” o “strumento”. Quindi possiamo dire che i Mantra sono strumenti per liberare la mente, affondano le loro radici nel buddismo nello yoga.

Una sequenza di parole, che rendono più efficace e rafforzano una meditazione dando tantissimi benefici a livello spirituale. I mantra vengono ascoltati, altri recitati e/o cantati alcuni hanno un significato letterale e possono essere tradotti.

Uno di questi è il GAYATRI MANTRA.

Definito mantra universale, Gayatri è uno dei mantra più conosciuti e cantati; non appartiene a nessuna religione (lo si trova infatti nei testi Veda – veda significa “conoscenza”) e, per questo, può essere cantato da tutti.

Cantato divinamente da Deva Premal è uno dei miei mantra preferiti è molto spesso lo utilizzo durante le mie meditazioni e nei miei massaggi e recita così:

Om bhur bhuvah svah tat savitur varenyam bhargo devasya dhimahi dhiyo yo nah prachodayat

Traduzione

Meditiamo sul creatore supremo, la cui luce divina illumina tutti I regni (fisico, mentale e spirituale). Possa questa luce illuminare le nostre menti.

ll canto di questo mantra è innanzitutto un dono che facciamo al sole, un’espressione di gratitudine: è grazie al sorgere del sole che la vita sulla terra è garantita.

Il Gayatri è una richiesta di saggezza e di illuminazione; quando cantiamo il mantra siamo chiedendo al sole: “Che io possa meditare sulla tua forma ed essere illuminato dalla tua essenza.”

Quando canto o ascolto questo Mantra mi sento grata, centrata e avvolta da una pace interiore, una sensazione di beatitudine difficile da esprimere a parole.

Un punto fondamentale su cui meditare è l’incondizionalità: il sole dona ogni giorno la sua luce, fonte di vita, a tutti gli esseri viventi presenti sulla terra, senza giudicare e, soprattutto, senza aspettative. Un’espressione di gratitudine verso il sole e verso il divino, che ci donano quotidianamente la vita.

I benefici che derivano dal canto di questo mantra sono svariati: riduce gli effetti dello stress, calma la mente, dona equilibrio al sistema nervoso centrale, è utile in caso di asma, mantiene il cuore in salute e migliora il funzionamento del sistema immunitario.


Perché dovrei recitare un Mantra? Cosa c’è di così speciale nel recitare sempre la stessa parola o suono?

Il suono è vibrazione. E tutte le cellule del tuo corpo vibrano. Tutto nell’universo è vibrante e ogni cosa segue un proprio ritmo. I tuoi pensieri e sentimenti sono, in effetti, le vibrazioni del tuo corpo e della tua coscienza. I suoni influenzano anche l’acqua nel corpo, la secrezione degli ormoni, la cognizione, il comportamento e il benessere psicologico.

Il mantra è uno strumento della tua mente che può aiutarti ad apportare cambiamenti nella tua psiche.

La ripetizione di un Mantra è un mezzo per aumentare il potere di concentrazione; questa pratica purifica il subconscio anche se non capiamo il significato delle parole. Dal momento che, ogni Mantra è devozionale per sua natura, ed ha il Divino come forma ed essenza, se lo ripetiamo con concentrazione sul significato, otteniamo più velocemente e con maggior sicurezza il raggiungimento del fine.

Uno dei primi risultati nella pratica del Mantra è il controllo del respiro, che porta con sé il controllo delle emozioni. Dal momento che purifica la mente, il Mantra è anche una grande protezione dalla paura. Man mano che purifichiamo le nostre emozioni, sviluppiamo l’amore incondizionato, possiamo risvegliare ulteriori livelli di consapevolezza.

I sentimenti purificati ci portano alla presenza del Divino, e dal Divino ci sentiamo protetti. In questo senso, il Mantra diventa come uno scudo che ci protegge da tutto quello che è negativo e che disturba il nostro equilibrio.

Decidere quale Mantra scegliere dipende soprattutto da te. Puoi unire un Mantra con un approccio alla meditazione spirituale o laico o semplicemente usare uno dei tanti Mantra Universali che racchiudono un po' i due aspetti. Ci sono diversi modi per scegliere un Mantra quello che appartiene a me è “l’attrazione”. E’ importante trovare la “password” nella tua mente, la chiave in qualcosa che ti rappresenta di più o che desideri sviluppare in te stesso come ad esempio il coraggio, la pace, la consapevolezza, l’accettazione, l’amore. Una volta scelto, quello che devi fare è ripeterlo più volte, controlla il respiro e le tue emozioni, ascolta la vibrazione del suono, delle parole e osserva come ti senti. Bisogna persistere nella pratica e sperimentare il suo potere, resisti alla tentazione di cambiarlo perché credi di aver fatto la scelta sbagliata, sono solo pensieri della tua mente che si oppone al cambiamento non ascoltarla insisti con le giuste intenzioni.

Come ti ho detto ci sono diversi Mantra oltre al GAYATRI un altro Mantra che ho accolto nella mia vita è Ho’Oponopono.

l termine Ho’Oponopono arriva da molto lontano, più precisamente dalle Hawaii, e letteralmente significa “rimettere le cose al proprio posto”.

Ci sarebbe tanto da dire su questo mantra ma voglio raccontarti una bellissima leggenda che ti fare comprendere meglio Ho’Oponopono.

“La leggenda narra che i sacerdoti guaritori praticassero la formula di Ho’Oponopono per risolvere i conflitti tra i membri della loro tribù. Infatti, secondo la cultura hawaiana, quando una persona commetteva un’offesa nei confronti di un’altra persona, dimostrava di aver canalizzato male la sua energia.

Di conseguenza, il gran consiglio della tribù veniva radunato e ogni suo membro, a turno, praticava Ho’Oponopono di fronte al responsabile dell’offesa e all’intera comunità”.

Un metodo tradizione di purificazione ma che oggi è diventata una filosofia di vita basata sull’accettazione e perdono.

Ho’Oponopono è un concetto molto potente, quando lo accogli nella tua vita significa accetti tutto ciò che accade intorno a te, ti insegna che tutte le cose belle o brutte che hai visto dipendono solo da te e dalla tua energia, ti insegna ad accettarle potrei definirlo come una luce, una guida da accogliere che ti permette di eliminare dalla tua mente quei file dolorosi e pensieri negativi.

Come ogni Mantra, Ho’Oponopono ha i suoi benefici psicofisici

calma la mente, infonde un senso di benessere e di tranquillità

aiuta a gestire meglio le nostre emozioni, in particolare la rabbia

aumenta la nostra autostima ti aiuta a riconoscere la tua forza interiore

migliora le nostre relazioni interpersonali, aumento dell’ottimismo, accettazione delle emozioni negative.

La formula di Ho’Oponopono recita delle parole molto semplici ma molto potenti personalmente mi aiuta molto ogni volta in cui mi trovo in una situazione poco serena

Mi dispiace

Perdonami

Grazie

Ti amo

Se pratichi Ho’Oponopono regolarmente avrai la consapevolezza di essere più onesto con te stesso è più aperto verso gli altri.

Namasté



#mantra #spiritualità #namastè #equilibrio #pace #respiro #consapevolezza #mente #copro #rebalance #spirito #meditazione #seinteriore #anima


LOGO DAN-05.png

© 2020 by  Daniela Caracciuolo P.IVA 05673400650

  • Facebook
  • YouTube
  • Instagram